Le disposizioni per la redazione della Scheda Sicurezza e delle Scheda Informativa Sicurezza sono presenti nel regolamento CE n 1907/2006 (regolamento Reach). Si segnala che l’allegato II del Regolamento Reach è stato modificato dal Regolamento 453/2010.

La redazione della Scheda di Sicurezza è obbligatoria, oltrechè per sostanze e miscele classificate pericolose rispettivamente in base ai criteri di cui alla Direttiva 67/548/CEE (recepimento nazionale d.lgs 52/97 e successive modificazioni ed integrazioni ) e alla Direttiva 1999/45/CE (recepimento nazionale d.lgs 65/2003 e successive modificazioni ed integrazioni) o in base a nuovi criteri di cui al Regolamento CE n. 1272/2008 (regolamento CLP), anche nei seguenti casi:

  • sostanze persistenti, bioaccumulabili e tossiche (PBT) e molto persistenti e molto bioaccumulabili (vPvB) in base ai criteri di cui all’allegato XIII
  • sostanze incluse nella lista di quelle eventualmente candidate all’autorizzazione, disposta dall’art. 59 del regolamento Reach
  • su richiesta del destinatario, se un preparato contiene in concentrazione individuale pari o superiore all’1 % in peso per i preparati non gassosi e pari o superiore allo 0,2 % in volume per i preparati gassosi almeno una sostanza che presenta pericoli per la salute umana o per l’ambiente; o in concentrazione individuale pari o superiore allo 0,1 % in peso per i preparati non gassosi almeno una sostanza che è persistente, bioaccumulabile e tossica oppure molto persistente e molto bioaccumulabile in base ai criteri di cui all’allegato XIII o che è stata inclusa nell’elenco stabilito a norma dell’articolo 59, paragrafo 1, per ragioni diverse da quelle di cui alla lettera a); o una sostanza per la quale la normativa comunitaria fissa limiti di esposizione sul luogo di lavoro.

La Scheda di Sicurezza è datata e contiene le seguenti voci: 1) identificazione della sostanza/ della miscela e della società/impresa; 2) identificazione dei pericoli; 3) composizione/informazioni sugli ingredienti; 4) misure di primo soccorso; 5) misure di lotta antincendio; 6) misure in caso di rilascio accidentale; 7) manipolazione e immagazzinamento; 8) controlli dell’esposizione/protezione individuale; 9) proprietà fisiche e chimiche; 10) stabilità e reattività; 11) informazioni tossicologiche; 12) informazioni ecologiche; 13) considerazioni sullo smaltimento; 14) informazioni sul trasporto; 15) informazioni sulla regolamentazione; 16) altre informazioni.

Inoltre la Scheda di Sicurezza deve essere aggiornata nelle seguenti circostanze: a) non appena si rendono disponibili nuove informazioni che possono incidere sulle misure di gestione dei rischi o nuove informazioni sui pericoli; b) allorché è stata rilasciata o rifiutata un’autorizzazione; c) allorché è stata imposta una restrizione.

La redazione della Scheda Informativa Sicurezza, è obbligatoria per le sostanze in quanto tali o in quanto componenti di miscele per le quali non è prescritta una scheda di dati di sicurezza. La scheda Informativa Sicurezza contiene le informazioni seguenti:

  1. a) il numero o i numeri di registrazione di cui all’articolo 20, paragrafo 3, se disponibili, per le sostanze per le quali le informazioni sono comunicate in forza delle lettere b), c) o d) del presente paragrafo; b) se la sostanza è soggetta ad autorizzazione, precisazioni sulle eventuali autorizzazioni rilasciate o rifiutate a norma del titolo VII nella medesima catena d’approvvigionamento; c) precisazioni sulle eventuali restrizioni imposte a norma del titolo VIII; d) ogni altra informazione disponibile e pertinente sulla sostanza, necessaria per consentire l’identificazione e l’applicazione di misure appropriate di gestione dei rischi, incluse le condizioni specifiche derivanti dall’applicazione dell’allegato XI, punto 3.

Inoltre la Scheda Informativa Sicurezza deve essere aggiornata nelle seguenti circostanze: a) non appena si rendono disponibili nuove informazioni che possono incidere sulle misure di gestione dei rischi o nuove informazioni sui pericoli; b) allorché è stata rilasciata o rifiutata un’autorizzazione; c) allorché è stata imposta una restrizione.

La Cosmetic Assist può supportarvi nella redazione di Scheda di Sicurezza e Scheda Informativa Sicurezza per i paesi Europei, ma anche in conformità con i regolamenti degli altri paesi Extra UE (Usa,Canada,Cina,etc).